martedì, gennaio 30, 2007

Otto giorni di banalità e follie

Capitolo X: Otto giorni di banali pensieri Saluti a tutti. Breve e noioso riassunto della mia vita negli ultimi 8 giorni. Chiedo venia per aver saltato la tappa del post finesettimanale, ma il tempo mi è letteralmente sfuggito di mano. Dunque, cos'è successo negli ultimi 8 giorni? Direi una cippa! Niente di nuovo, proseguo con le mie fantastiche lezioni, e lezione dopo lezione mi trovo sempre meglio con gli studenti, e naturalmente spero loro che sia lo stesso per loro con me. Piano piano continuo a imparare nuove piccole cose che conviene fare qua legate ai corsi, niente di particolare, ma cosette da non dare per scontate con gli studenti (come invece credevo). Ho iniziato a sfruttare regolarmente la piscina, di cui mi piacerebbe provvedere presto una foto, quindi ormai dopo ogni lezione del lunedì e del mercoledì vado in piscina. In ufficio mi prendono già per il culo chiamandomi “l'uomo degli sport”, ma d'altra parte voglio proprio sfruttare questa cosa della piscina. Non sono mai riuscito a dare continuità al nuoto, e istintivamente sento che mi piace farlo, ma non riesco mai a raggiungere un livello fisico tale da godermelo, quindi questa è l'occasione migliore per provarci. Che altro...venerdì sono uscito regolarmente con il dipartimento, dando prova al secondo bar di grandi qualità calcinistiche (e qua già so che in molti ridono sapendo che in realtà rispetto a tanti altri non sono certo un fulmine di guerra...). Sabato è stato il grande giorno, e qua viene il bello. Si perchè dovete sapere che...beh insomma, già si sa che la veranda non è proprio una gran stanza, anche se sinceramente sto apprezzando sempre di più questa casa giorno dopo giorno, quindi mi sto divertendo a fare il fricchettone, o comunque migliorarla. Prima tappa di ciò è stato, dopo circa una settimana che ero qui, lo spostamento dei mobili, di cui forse vi avevo già riferito, comunque adesso sembra molto più grande. Poi sono passato agli acquisti folli: Cosa ci farò con questa roba (che roba?) a Maggio non lo so, ma per ora mi diverto, poi si vedrà. Mi diverto come? Veniamo al dunque. Il primo acquisto è stato uno scaccia-pensieri, o campane da vento che dir si voglia. Piccolo problema: non avevo valutato la grandezza della cosa, sono enormi! Praticamente la più grande è quanto un mio braccio; pensavo di appenderle sopra la porta, ma alla fine ho dovuto metterle di lato. Sono comunque riuscito a collegarle alla porta, così che ogni volta che apro/chiudo suonano. Ahhhhh.... Ma ora viene il bello, si perchè tornando a sabato...avevo cercato sulla pulce locale una fontana. Si ragazzi, avete capito bene, una fontana da interni. Ne ho trovata una nuova di zecca, che una tipa mi ha dato per 12$, era un regalo di natale, ma lei non la voleva, ed ecco la fontana in veranda! Raggiungere la casa della tipa è stato veramente un macello, ma mi sto rendendo conto che girare in bici è comodissimo. Per la strada ho trovato solo quartieri residenziali, con case, casine, casette, complessi di appartamenti, abbastanza immersi nel verde, che qua è abbastanza una costante. Il che è a tratti vagamente inquietante, perchè non c'è neanche un negozio per queste strade, per strada quindi non c'è nessuno, se non a volte qualcuno che lava la macchina in giardino. Dove fanno la spesa, vi chiederete voi? In the middle of nowhere, di solito lungo la simil-superstrada che circonda la doppia cittadina di chapel hill/carrboro, ogni tanto ci sono delle specie di isole di asfalto, dove si trovano dei centri commerciali= 10-15 negozi tutti insieme, che hanno un po' di tutto. Questo è veramente strano per me, ma tant'è. Tra l'altro ho scoperto un ottimo supermercato biologico, dove si trova il caffè lavazza e altre cose, a volte care da spavento, altre non troppo. Purtroppo non posso allegare ancora foto del supermercato, ma lo farò presto, devo farvi vedere: mozzarella a fette, palla di mozzarella senz'acqua, zucchini biologici a 2,5$ cadauno (si, cadauno cazzo). E veniamo a ieri...solito tran tran, lezioni, piscina...dopo la piscina Carlos mi aveva invitato a prendere una “cervezita” da Linda's (il posto del calcetto). Detto fatto...se non fosse che ivi arrivato, avevo una fame della Madonna, morale della favola, mi sono sverginato sotto il profilo hamburgeristico: bacon cheeseburger con peperoncino. Yes! (I'm a man). Veramente buono...non lo prenderei in altri posti, e lì me lo avevano consigliato, ma veramente notevole. Oramai ragazzi sono stato assorbito dalla cultura locale, sorseggio acqua marrone e calda in un bicchiere con un coperchio di plastica per berlo mentre cammino o in ufficio, e mangio hamburger. Sono fottuto, mi sto fottendo il cervello, e temo che la parabola preveda altre numerose tappe verso il basso, non ultima il post hamburger, con 5 birre, rientro a casa, e risveglio stamattina con cerchio alla testa. Menghia! Menomale oggi non ho lezioni se non la tavola italiana alle 5... Vi saluto con qualcosa che forse qualcuno apprezzerà...

4 commenti:

Anonimo ha detto...

l'hai raccontata un po' troppo epica la tua relazione uomo-piscina-ironman io vedo meglio fava-acqua

Anonimo ha detto...

il commento è by pindozadon che dice no agli hamburger asfaltafegato (come si sa mangio solo verdura e frutta)
radicalmente chic (due di queste frasi sono parodia del brunori)

Sandro ha detto...

la fontana e' veramente oscena.
per il resto condivido il tuo sforzo atletico!!!

Tarcolo ha detto...

Bravo Lello, anche io in UK ho provato ad oppormi al fish&chips, ma dopo la prima volta era diventato un must del Venerdì a pranzo...