martedì, marzo 20, 2007

American dream

Un saluto a tutti, in particolare a tutti gli stronzi che non mi leggono, e che quindi non sapranno mai di esserlo.Una menzione particolare per il mistico, il quale leggerà, ma dimenticherà dopo 5 nani secondi, e che si deve comunque considerare alla stessa categoria.
Dunque...comincerò dalla fine, che forse è la parte più divertente. Premessa: la vacanza è andata benissimo, e la California è molto bella.
Passiamo al sodo. Partenza per rientrare a casa ore 22 30 da San Francisco. Notizie di bordo: Nevicate pese nel nord est americano. Arriviamo a Boston in perfetto orario, ma con una simpatica sorpresa: il volo Boston-Raleigh è stato cancellato. E' l'unico volo che è stato cancellato, porcaccia di quella lurida...



Colloquio a più riprese col simpatico e gentile personale della American Airlines (la quale non offre da mangiare sui propri voli se non a pago, ma con prezzi un pò diversi dalla Ryan Air). Morale della favola, per farvela breve, non c'è un posto in aereo fino a lunedì, forse martedì. E' sabato mattina, dovevamo arrivare a Raleigh alle 10 30, sono le 14 e siamo ancora a Boston, senza sapere cosa fare, scoraggiati dopo aver provato diverse soluzioni, cambiato terminal 4 volte, altre chicche varie. Siamo in 5, io e 4 ragazze spagnole, tutte rigorosamente di Siviglia. Lunedì mattina dobbiamo tutti lavorare, io ed Ester alle 8. Quindi? I treni sono tutti pieni, unica soluzione possibile, l'autobus. Si ragazzi, avete capito bene. Autobus.



Partenza ore 4 da Boston. Arrivo a New York ore 8 30. Partenza da New York alle 15. Arrivo a Raleigh previsto per le 8 30 del giorno dopo, senza soste, se non brevi. Arrivo effettivo: 1 10. Totale ore di bus: 21.
Sono tornato a casa ieri alle 3, con esami e composizioni da correggere, le lezioni da preparare, la spesa e la lavatrice da fare: una festa! Il tutto con una notte in aereo (di 5 ore perchè c'era 3 ore di fuso) e una notte in autobus sul groppone.
Finale filosofico: La vacanza è andata bene, sono stato fortunato a trovare un gruppo di 10 persone con cui condividere questo viaggio, persone con cui mi trovo bene, il tempo è sempre stato buono, da manica corta fissa. Era quello che speravo prima di partire, andando esattamente dove volevo andare. Mettiamolo così, poggio e buca fa pari, e la fortuna del prima fa pari con la sfortuna del ritorno. Non mi sentivo così buonista dai tempi delle programmazioni col CaccoTacco.
Vi lascio la foto più rappresentativa del viaggio. Turatevi il naso.

5 commenti:

paobloggone ha detto...

xxxx x XXXXX xXX XXXXX xxxxx
xxxxxx xxxxxxxxxx xxx xxxx?!?

CaccoTacco ha detto...

Hihihihiahahahahahehehehehehehehahahahahahahahihihihihi...
Mio Dio, ho creato un mostro di bontà...
Hihihihiahahahahahehehehehehehehahahahahahahahihihihihi...

Anonimo ha detto...

ma sei arrivato in california? non ho capito...avrò perso qualche passaggio...sei un pò furio:"magda"...w il bilancino e cimato.anna.

Daniele ha detto...

Va bene Metello, ho iniziato a leggere il post e ti giuro che volevo arrivare fino in fondo prima di scrivere un commento .. ma poi mi sono imbattuto nei "nani secondi" e non mi sono potuto trattenere dal chiederti: ma che cazzo sono 'sti nani secondi?

nani-sportivi ma poco performanti che non riescono mai a vincere?

nani-educati che cedono sempre il passo?

nani-orologiai?

nani-opinionisti?

mah... sono solo ipotesi .. adesso continuo a leggere ..

(see you in Greenville!)

metello ha detto...

No, sono nani che arrivano sempre secondi.